5 Trucchi per aumentare la tua Visibilità su Facebook

5 Trucchi per aumentare la tua Visibilità su Facebook

Dopo i numerosi ritocchi all’edgerank, ottenere visibilità organica è diventato un problema complesso: per questo oggi parliamo di 5 trucchi Facebook per poter aumentare la portata dei tuoi post.

La colpa, come dicevamo, è dell’EdgeRank, l’algoritmo di Facebook che determina la visibilità di un post all’interno del newsfeed, ovvero la reach. Per maggiori dettagli su come è evoluto l’algoritmo, trovi più informazioni qui: Facebook Edgerank e Reach: la Storia Completa

Sembrerebbe che la strategia di Zuckerberg & Co sia quella di abbassare volutamente la portata dei post per monetizzare l’enorme potenziale della vetrina Facebook spingendo aziende e professionisti a indirizzare investimenti nelle Facebook ADS per aumentare la visibilità e l’engagement. Fortunatamente pagare non è l’unico modo per raggiungere la propria fanbase.

Per aumentare la visibilità su Facebook, esiste una serie di trucchi, o meglio ancor un cocktail di suggerimenti, che, se sapientemente mixati, può aiutare ad aumentare la reach dei tuoi post e quindi della tua pagina.

1. Crea post con contenuti che stimolano Condivisioni
Come tutti sanno esistono tre forme di interazione su Facebook (like, commento e condivisione), tutte e tre molto importanti in termini di reach.
Le condivisioni hanno un’evidente efficacia sul ciclo di vita del contenuto, ovvero generano nuove visualizzazioni che vuol dire nuove possibilità per nuovi like, commenti e… condivisioni. E se le cose si mettono davvero bene, si può cominciare a parlare di viralità.
C’è differenza tra un contenuto che si presta a raccogliere Like ed uno che invece stimola la condivisione. Può essere importante leggere questo articolo Psicologia dello Sharing: Cosa Condividi e Perché

2. Sii smart (e cauto) nello spingere contenuti commerciali
Chi utilizza Facebook non ama ricevere in continuazione offerte commerciali. Quindi se pubblichi contenuti esclusivamente promozionali otterrai l’effetto opposto a quello sperato: le persone non interagiranno e di conseguenza il temibile algoritmo EdgeRank ti penalizzerà.
Se proprio vuoi farlo, innanzitutto non esagerare con il numero di post promozionali, e comunque sforzati di creare offerte interessanti, utilizzare creatività grafiche ben fatte o di utilizzare storie ben costruite per raccontare queste pubblicità.

3. La Qualità è molto (ma molto) più decisiva della Quantità
Usando una semplice logica si potrebbe erroneamente pensare che pubblicare più post voglia dire automaticamente più visibilità.
La soluzione al problema della poca visibilità sarebbe dunque quella di pubblicare in maniera massiccia.
Purtroppo non è così che funziona, ed eccedere con post di dubbia qualità significa ancora una volta annoiare l’utente, scatenando effettivi negativi.
La qualità viene prima di tutto!
Le pubblicazioni noiose sono la prima causa di abbandono della pagina aziendale da parte dei fan. Per non parlare poi delle bufale (leggi anche Proteggi i tuoi social dalle bufale: come riconoscerle) che possono azzerare la tua autorevolezza: verifica sempre l’attendibilità delle fonti.
Inoltre, per avere una pagina sempre varia, ti consigliamo di alternare i contenuti e studiare quelli che meglio funzionano con la tua audience: link, video, foto e anche status testuali, all’occorrenza.
Ti consigliamo di utilizzare contenuti interessati pubblicati su altre pagine: in questo modo hai continuità nella pubblicazione integrando i tuoi contenuti con quelli selezionati da te in veste di “content curator”. Puoi trovare alcuni spunti leggendo Quali sono i Migliori Contenuti da Pubblicare su Facebook?
Sui contenuti di qualità da pubblicare sui social, Spidwit può essere un valido aiuto: propone ogni giorno nuovi contenuti tematici di qualità e fornisce tutti gli strumenti per pubblicarli e programmarli sui tuoi social in maniera rapida.

4. Realizza video, e caricali direttamente su Facebook
Il video marketing, ormai è chiaro a tutti, è un trend in continua crescita che non è più possibile ignorare. Da un lato è vero che Facebook li sta spingendo anche a livello di algoritmo per le visualizzazioni, ma i video hanno anche due pregi innegabili: il primo è che la gente ha sempre più bisogno di contenuti che gli rendano facile la fruizione, dall’altro l’“autoplay”, con il video che parte in automatico, attira maggiormente l’attenzione rispetto ad una immagine statica.
La preview avviene solo con video caricati direttamente su Facebook e non con i link esterni verso YouTube, Vimeo o altri motori di condivisione video. Quindi insieme al consiglio di realizzare video interessanti ed educativi per la tua fanbase, ti consigliamo di caricarli direttamente su Facebook.

5. Coinvolgi il tuo pubblico
Ci sono molti modi per coinvolgere sui social, il più semplice dei quali può essere semplicemente quello di fare domande al tuo pubblico.
Una domanda su un post Facebook aumenta la possibilità di ricevere commenti, che hanno un grande valore nel calcolo dell’EdgeRank.
E, come sempre consigliamo, sii poi pronto e rapido nel commentare le risposte e a rispondere a tua volta ad altri dubbi, domande o approfondimenti che verranno fuori.
Un altro modo per coinvolgere è quello di chiamare in causa altri utenti della rete o altre pagine, taggandoli: ad esempio l’autore di un articolo oppure un influencer che può essere interessato al tema. Non esagerate con questa pratica che può essere considerata fastidiosa da alcuni utenti.

Aumentare la visibilità dei post non è un problema banale, ma va affrontato mettendo insieme una serie di trucchi e best practise che possono migliorare la tua portata organica.
Oggi abbiamo mostrato 5 trucchi facebook, voi ce ne suggerite altri? :)

 

Author: spidwitblog

Be Sociable, Share!