6 Social media tips per il successo delle piccole imprese

6 Social media tips per il successo delle piccole imprese

Un classico problema che le piccole imprese affrontano sui social network è arrivare a pubblicare dei contenuti senza sapere quanto essi siano realmente efficaci.
La maggior parte di esse, infatti, non è a conoscenza di Facebook Insights, Twitter Analytics o altri strumenti simili, ma si limita a pubblicare un post pensando che alla gente piaccia, senza nemmeno accorgersi di come nessuno abbia la possibilità di leggerlo. Inoltre non sono in grado di creare dei contenuti multimediali e, a volte, non sanno neanche da dove iniziare.

Ecco dunque 6 importanti social media tips che ogni piccola impresa dovrebbe conoscere prima di intraprendere il suo percorso sui social network.

1. Scegli la rete giusta su cui puntare

Sul web vi sono ormai tantissimi social network, ma ciò non significa che tu debba necessariamente essere presente su ognuno di essi. Quando inizi il tuo percorso sui social da zero, esegui una piccola ricerca e chiedi ai tuoi clienti quali canali multimediali preferiscono o utilizzano maggiormente. Tale indagine potrai farla sia online (attraverso i social) che offline, quando ti troverai faccia a faccia con i tuoi clienti.

Nel caso in cui tu abbia già dei canali social attivi, verifica la loro efficacia confrontando le dimensioni dell’audience attraverso i dati sull’engagement rate di ogni piattaforma. Infine, seleziona i canali più adatti, ovvero quelli su cui vale la pena puntare.

Un altro modo per scegliere al meglio il tuo target è quello di studiare i tuoi competitor: controlla che tipo di contenuti pubblicano, con quale frequenza e su quali canali. Dopodiché, analizza quali soluzioni funzionano per loro, falle tue e implementale nella tua strategia sui social network.

Concetto chiave
Lascia perdere alcuni dei tuoi account senza remore e assegna delle priorità ai tuoi impegni di social media marketing. Non ti senti pronto a fare dei video? Evita Youtube. Non hai tempo per scrivere su un blog? Lascialo momentaneamente da parte e concentra i tuoi sforzi su uno o due canali.

2. Semplifica la creazione dei contenuti

Brutta notizia: la creazione di contenuti multimediali richiede tempo. La buona, tuttavia, è che non ci vuole poi molto quando hai gli strumenti giusti per realizzarli.
I moderni dispositivi personali offrono infatti un’ampia varietà di opzioni che possono equiparare, a tutti gli effetti, il lavoro di una digital agency specializzata in web marketing per piccole imprese. Ad esempio, le foto e i video possono essere realizzati con un semplice smartphone ed elaborati con applicazioni specifiche come Canva o VSCO anche sui dispositivi portatili.
Dopo aver creato un contenuto, pianifica dunque la sua pubblicazione per un determinato giorno e orario; in questo modo potrai ottimizzare il tuo tempo libero.
Del resto, esistono molti strumenti che possono aiutarti a programmare la pubblicazione dei tuoi post sui social, come ad esempio Buffer, Spidwit o SEMrush Social Media tool.

Concetto chiave
Ottimizza il tuo processo di creazione e distribuzione dei contenuti con appositi strumenti. Pianifica l’80% dei contenuti in anticipo e salva il 20% del tuo tempo per comunicare direttamente con gli utenti dei social media.

img1

Leggi anche: 3 modi (+1) di programmare un tweet

3. Comunica con il pubblico online

Le piccole imprese sono abituate a trattare con i clienti faccia a faccia e la maggior parte degli imprenditori è in grado di fare questo perfettamente. Anche online, comunque, i clienti non sono poi così diversi.
Le persone parlano quotidianamente del tuo brand su tutti social network e, solitamente, vi sono due possibili risultati: lo apprezzano e per questo ti ringraziano, oppure testimoniano la loro delusione.
Tuttavia, devi occuparti allo stesso modo sia dei commenti positivi che di quelli negativi e per farlo hai due possibili opzioni: la più obsoleta (e gratuita) è controllare ogni commento in cui sia menzionato il tuo brand; in alternativa puoi invece servirti dei più avanzati strumenti di monitoraggio per social media come Social Mention o SEMrush Brand monitoring.

Concetto chiave
Nella realtà puoi comunicare con i tuoi clienti faccia a faccia, nel mondo dei social si comunica invece con il simbolo @. Tieni dunque sotto controllo le pagine dei social media e interagisci con il pubblico. Rispondi sempre alle domande o alle richieste d’informazioni e non dimenticare di ringraziare, proprio come faresti con i tuoi clienti nel mondo reale.

4. Coinvolgi costantemente il pubblico

Quando inizi la tua avventura sui social, realizza alcuni “esperimenti” e vedi se funzionano. Prova dei format differenti, pubblica dei video, delle immagini a 360 gradi oppure dei live streaming. Sii fantasioso e scatta delle foto ai tuoi prodotti in molteplici situazioni. Ritraili, ad esempio, vicino ai tuoi clienti, ai tuoi competitors oppure in compagnia di simpatici animali, come i gatti. Prova a pubblicare dei contenuti divertenti o adorabili, oppure qualsiasi altra cosa sia in grado di coinvolgere i tuoi follower.
Non importa quale prodotto tu venda, l’aspetto migliore dei social network è che tutti hanno l’opportunità di avere successo. Metti alla prova le tue strategie e misura i risultati analizzando i dati di engagement, ad esempio, raccontando la storia della tua azienda sui social e pubblicando in seguito una foto del tuo prodotto.

Concetto chiave
Prova, sperimenta e misura diversi tipi di contenuti. Scopri come reagisce il tuo pubblico e prova nuovamente. Il social media marketing per le piccole imprese ruota tutto intorno alla sperimentazione.

Leggi anche: Come trovare contenuti di qualità per i Social Media

5. Integra l’online e l’offline

Lavorare offline ti garantisce un mercato locale, lavorare online ti offre invece uno sbocco sul mondo intero. Serviti della tua esperienza nel mondo reale e integra le tue attività di PMI marketing con lo spazio digitale.
Inizia pubblicizzando sconti e offerte promozionali tramite i social media. Crea un hashtag univoco per il tuo brand o il tuo prodotto e un hashtag aggiuntivo per l’attività di marketing specifica. Inoltre, non dimenticare di utilizzare degli hashtag comuni come “sconti”, “offerte” o “saldi”. Le persone, infatti, vedono l’hashtag sui social, trovano il tuo negozio, acquistano i tuoi prodotti e scattano ad essi delle foto che poi pubblicano online utilizzando la stessa “etichetta”.

Concetto chiave
Integra il marketing online e offline utilizzando gli hashtag giusti. Promuovi gli eventi offline sul web, utilizza i social media come canale di marketing e sperimenta sempre nuovi format promozionali.

img2

6. Misura le performance

Uno degli aspetti fondamentali dell’utilizzo dei social media è seguire costantemente i dati prestazionali dei tuoi canali. Ciò significa che dovrai misurare tutti i risultati e concentrare i tuoi sforzi nella giusta direzione.
Ogni social network mette a tua disposizione un proprio strumento di analisi integrato e vi sono due metriche principali alle quali dovrai fare attenzione: il livello di coinvolgimento (engagement) e la dimensione del tuo pubblico (audience).
I dati sull’engagement, in particolare, indicano come i tuoi utenti reagiscono ai contenuti che pubblichi. Sul tuo canale Youtube, inoltre, dovrai considerare anche i dati sui “non mi piace”.

Concetto chiave
Analizza le tue prestazioni su tutti i social media utilizzati. E per comprendere i gusti del tuo pubblico, presta attenzione alle immagini più o meno apprezzate nella tabella di engagement.

Conosci altri social media tips utili per le piccole imprese che vogliono migliorare la loro presenza e la loro reputazione sui canali multimediali? Fammi sapere la tua opinione nei commenti.

 

Author: Daryana Solntseva

Daryana è PR manager presso SEMrush Italia, appassionata di nuove tecnologie e digital marketing. Esperta in relazioni pubbliche e internazionali. Ama prendere ispirazione da tutti i casi possibili.

Be Sociable, Share!