Calendario Editoriale: come crearlo in 3 Mosse

Calendario EditorialeLa creazione di un calendario editoriale è un passo fondamentale che porta verso una strategia profittevole di Content Marketing. Si tratta dunque di un’attività molto importante che deve tenere conto di alcuni passaggi fondamentali e attività propedeutiche, da analizzare ancor prima di stilare un calendario di uscite settimanali.

Conosci la tua audience

Cerca di capire al meglio a quale target dovrai parlare.
Caratteristiche demografiche come età, sesso ed educazione, ma anche preferenze e necessità specifiche costituiscono il punto di partenza.
Queste informazioni possono essere inizialmente ipotizzate partendo dal tipo di prodotto o servizio che vuoi vendere, ma anche, se le hai a disposizione, dalle insight di Facebook che possono fornirti una profilazione approfondita della tua base fan.
Grazie al tipo di audience che stai andando a raggiungere potrai avere indicazioni interessanti sul tipo di comunicazione e “il tono di voce” che dovrai utilizzare.

Su quali canali concentrarsi

Comunicare coi propri clienti non è più una storia “a canale singolo”. Gestire una comunicazione integrata significa veicolare più messaggi coerenti su canali differenti.
L’interrogativo qui è dunque la scelta dei canali su cui puntare. Usare Facebook perché “tutti stanno lì”? Oppure un blog, che consente degli approfondimenti? O Pinterest, che oggi va tanto di moda?
Ogni tipo di business può avere uno o più canali preferenziali, e ogni canale ha la sua tecnica di comunicazione che influenza il calendario editoriale.
Su Facebook potresti, ad esempio, voler condividere delle notizie utili legate alla tua sfera di business, inserendo di tanto in tanto dei messaggi di natura promozionale (utilizzando la tecnica del 70-20-10).
Su Twitter potresti voler cavalcare l’onda dei “trending topic”, ossia le notizie o i fenomeni del momento.
Su un Blog potresti voler approfondire, andando oltre la brevità tipica dei Social Network, delle tematiche riguardanti il tuo mercato di riferimento. Oltreché sfruttare un asset aziendale e non sottostare ai capricci di chi comanda le visualizzazioni sui Social Network.
Ogni mezzo detta dunque un suo modo specifico di parlare, la lunghezza dei contenuti da condividere, senza ovviamente trascurare l’opportuna netiquette che va sempre e comunque osservata.

Crea il Calendario Editoriale

Dopo alcune considerazioni di carattere teorico, siamo dunque giunti alla produzione del vero e proprio piano/calendario editoriale.
La prima operazione è quella di stilare una lista prioritaria di argomenti che si andranno a trattare.
Questa lista potrebbe essere ottimizzata in SEO, cioè a monte potrebbe essere stato effettuato uno studio sulle parole chiave inerenti il tuo mercato che meglio si prestano a venir fuori dalle query effettuate sui motori di ricerca: questo significa produrre dei contenuti che non solo possono rivelarsi interessanti per la tua audience, ma che possono attrarre nuovi visitatori sul tuo sito, grazie a una ricerca fatta, ad esempio, su Google.
Individuati argomenti e parole chiave, bisogna stabilire un vero e proprio calendario di uscite che indichi:
- Giorno di pubblicazione
- Argomento/Parole chiave
- Canale
- Autore

E’ importante avere un calendario editoriale affinché le pubblicazioni risultino consistenti e rilevanti per il tuo pubblico, oltreché dettare i tempi di pubblicazione e dunque garantire una continuità nella comunicazione.

Hai già sviluppato una strategia di contenuti editoriali? Hai dei suggerimenti utili sull’argomento?

Author: Antonio Parlato

Pedigree da ingegnere, propone variazioni sul tema di web writing, copywriting, content marketing, dissertazioni tecnologiche e tecnoillogiche.

Be Sociable, Share!