Concorsi sui social media: cosa c’è da sapere nel 2018

concorso-social-media

Con o senza i social media, i concorsi sono sempre stati uno strumento di promozione particolarmente efficace.

Nell’era pre-social organizzare un concorso era una prerogativa di chi poteva permettersi investimenti su media come la tv la carta stampata. Investimenti importanti, dunque.
Oggi, grazie ai social media, i concorsi (per gli anglofili contest) non solo sono alla portata di qualunque azienda ma assumono nuove forme e consentono nuove dinamiche di partecipazione.

Organizzare un concorso sui social media non è un’attività complessa.
Bisogna però prestare la giusta attenzione a vari aspetti. Prima di cominciare è bene porsi alcune domande per verificare che tutto sia chiaro.



Che risultati ti aspetti dal concorso sui social media?

Solitamente il concorso è un’azione di supporto complementare ad altre azioni che ha uno dei seguenti obiettivi.

  • Lancio di un nuovo prodotto o brand.
  • Aumento dell’awareness di un brand esistente. Ovvero una spinta alla notorietà del marchio. I concorsi sono un ottimo veicolo per diffondersi sui social network con l’effetto di aumentare in maniera veloce la visibilità online e trovare nuovi follower. Partecipare ai Concorsi sui Social non costa nulla, o al massimo un like sulla pagina. Un buon consiglio potrebbe essere quello di rendere obbligatorio il like alla pagina per poter partecipare.
  • Alzare il livello di engagement sui social. Per le stesse ragioni di cui sopra, la partecipazione al concorso dà una scossa ai fan già esistenti. Anche quelli un po’ meno reattivi.
  • Attivare il passa parola: la tua inizia potrà essere oggetto di discussione tra gli utenti.


Che tipo di contest organizzare?

Esistono varie possibilità, la scelta dipende dall’obiettivo che si vuol raggiungere:

  • una semplice estrazione a sorte
  • un sondaggio al termine del quale assegnare i premi scegliendo ancora una volta a sorte tra chi ha partecipato
  • un quiz o altri tipi di giochi con premi
  • una gara in cui vince chi raccoglie più voti

Quando lanciare un concorso?

Avere un pretesto aiuta. È dunque una buona idea organizzare il concorso in occasione di una festività o di eventi di grande rilievo (sportivi, mondani, concerti, ecc. – in tal caso potrebbe aver senso mettere in palio magari il biglietto per partecipare all’evento stesso).
O ancora utilizzare come pretesto una delle tante Giornate Mondiali

Leggi anche: Eventi, feste e ricorrenze sui tuoi Social: trovali con Spidwit!

Oppure ci si può focalizzare su una data importante per l’azienda come il lancio di un nuovo prodotto.

O infine anche pretesti più creativi come ad esempio festeggiare una milestone della tua pagina Facebook.
Un concorso in onore del raggiungimento dei 5000 follower, ad esempio!

Cosa si vince?

Una sola regola: la ricompensa deve valere lo sforzo oppure la partecipazione sarà scarsa.
Altro aspetto di cui tener conto: preferite premi digitali a quelli fisici. Per ragioni pratiche, per evitare di raccogliere l’indirizzo dei vincitori e occuparvi della spedizione (con relative spese aggiuntive). Per questo motivo un’idea può essere quella di usare i buoni Amazon.
Se l’azienda può erogare “beni digitali” come l’abbonamento a un servizio o un paper particolarmente interessante, possono essere considerati come alternativa.

Ti conviene davvero organizzare un concorso?

Come abbiamo visto, dal punto di vista economico l’organizzazione di un contest sui social può anche essere non troppo dispendiosa, ma non trascurate il tempo e la fatica necessari, per cui valutateli bene in rapporto ai risultati attesi.

 

Conclusa questa analisi, per realizzare il concorso puoi fare da te o usare uno degli strumenti disponibili online. Di certo va tenuto conto di una serie di aspetti:

Definisci il tuo target

Identifica il pubblico che vuoi raggiungere e con il quale vuoi interagire: è inutile cercare di coinvolgere qualsiasi tipo di utente, ogni prodotto o servizio ha il suo target. Per aiutare gli utenti ad identificarsi, ad esempio, si può sfruttare il copy per dare un’enfasi particolare. Se il tuo brand si occupa di articoli sportivi, puoi utilizzare un’espressione del tipo “Solo per veri esperti di gioco a zona e fuorigioco!”.
Fa in modo di includere nel target non solo chi fa già parte della tua community (i tuoi follower e fan sui social) ma soprattutto chi ancora no lo è. Uno degli scopi del concorso è anche quello di far aumentare la tua base fan.

 

Fai “girare” il tuo concorso

Stai utilizzando i social, il canale della condivisione dei contenuti per antonomasia!
A meno di un premio eclatante, come spesso accade, la condivisione va stimolata con un incentivo.
Una possibile idea è quella di premiare la share aumentando in modo proporzionale le possibilità di vincita.
O ancora meglio: se puoi progettare il concorso in maniera che vinca chi raccoglie più voti, ogni partecipante sarà incentivato a invitare i suoi amici per prendere più voti (che dovranno iniziare a seguire la tua pagina per poter votare): in questo modo la tua community social si espanderà rapidamente.
Fate però attenzione: non puoi in alcun modo obbligare gli utenti a partecipare richiedendogli azioni coercitive come:

  • Mettere forzatamente un Like alla pagina
  • Condividere una pagina per entrare nel concorso
  • Taggarsi in una foto per potervi partecipare
  • Condividere la pagina in una timeline per poter partecipare

Se vuoi uscire fuori dalla tua attuale base fan puoi utilizzare i post a pagamento di Facebook.
Se il concorso è davvero interessante i primi utenti presi a pagamento potranno innescareun effetto che ripagherà il piccolo investimento iniziale.
Anche se il concorso è sui social puoi usare anche altri canali di promozione come l’email marketing, banner e altro ancora.

Stai attento ai Regolamenti

I concorsi a premi online sono soggetti ad una normativa ferrea valida nel territorio italiano. 

  • È necessaria la redazione di un Regolamento ufficiale
  • Il versamento di una cauzione
  • La compilazione e l’invio del Prema online. Ossia comunicare il concorso al ministero dello sviluppo economico
  • Mettersi in contatto con un Notaio che redigerà i Verbali di chiusura del contest online.

Come indicato sul DPR 430/2001, i server di raccolta dati utenti, devono necessariamente essere posizionati su territorio italiano. Qualora ci si appoggiasse ad un social network come Facebook, bisogna attivare un sistema di mirroring e gli utenti devono essere iscritti al social da prima del lancio del concorso.

Anche Facebook ha un regolamento a riguardo: ad esempio permette di richiedere agli utenti un commento o un post per la partecipazione, utilizzare like e reactions come metodi di votazione, gestire il social contest da un’applicazione. Come già indicato sopra non è invece possibile in alcun modo obbligare gli utenti alla condivisione di un post ed al tag agli amici per partecipare.

Tutto chiaro? Adesso tocca a te pensare, progettare e lanciare il concorso!

Autore: spidwitblog

La redazione di Spidwit ti informa sulle ultime novità su social media e mondo digital.
Spidwit è uno strumento per scoprire, creare e pubblicare contenuti di qualità per le pagine social di aziende, professionisti e portali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *