Ottimizzazione SEO per Twitter

ottimizzazione-seo-twitter

Insieme a Google+, Twitter è il social che più di tutti può aiutarti a migliorare i tuoi risultati SEO.

Durante la ricerca dei nomi di individui e aziende nei motori di ricerca, gli account Twitter possono essere visualizzati nella prima pagina di Google e Bing se sono stati ottimizzati correttamente.
La SEO non si limita infatti al tuo sito ma si estende anche ai tuoi canali social.
Ottimizzare il tuo account e i tuoi tweet ti aiuta ad essere indicizzato e costruire il tuo Pagerank in modo che Google ami e si fidi del tuo sito.

In questo articolo ti diamo alcuni suggerimenti per ottimizzare la SEO del tuo account Twitter.

Ottimizza il tuo nome utente su Twitter

Il Twitter handle è il tuo nome utente su Twitter, quello sempre preceduto dal simbolo della chiocciola, una cosa del tipo @tuousername.
È uno degli elementi più influenti e critici  nell’ottimizzazione su Twitter: viene inserito da Twitter nelle URL del tuo profilo e nei titoli delle pagine. Può anche apparire numerose volte nel testo visibile del profilo e nei collegamenti e titoli che puntano sulla tua pagina. Ecco alcuni semplici accorgimenti:

  • Segui il più possibile la versione del tuo nome che le persone usano per cercarti. Le persone non usano parole come “SRL” o “Dott.” durante la ricerca. Una soluzione ideale è quella di usare il tuo nome per come si pronuncia, tralasciando gli spazi. Più si avvicina al tuo nome reale, maggiore è il numero di motori di ricerca che valuterà l’handle come rilevante per le tue ricerche (ad esempio, @mariorossi).
  • Se l’handle per il tuo nome non è disponibile (capita spesso se il tuo nome è molto comune) o se è troppo lungo ti conviene creare una variante più vicino possibile all’originale.
  • Evitare se possibile di sostituire gli spazi con il carattere “underscore” per nomi di più parole (ad esempio, @mario_rossi). Google non tratta questo carattere come uno spazio bianco (a differenza di punti, trattini e così via).
  • Molti amano creare versioni “cool” del proprio nome, usando soprannomi, inserendo numeri o caratteri speciali o addirittura emoji: se stai cercando un buon posizionamento del tuo profilo su Google, evita di usare altro che non corrisponda al tuo nome reale. Insomma, fragolina97 NON è un buon twitter handle :)

Ottimizza il tuo Nome Completo

Oltre al campo nome utente, Twitter fornisce un campo Nome Completo. Il nome completo appare in primo piano nella parte superiore del tuo profilo sotto la tua immagine avatar del profilo, e appare anche con l’icona dell’avatar su tutti i tuoi tweet.
Di conseguenza, il nome completo aiuta a rinforzare il tuo nome sui motori di ricerca.
Esattamente come nel campo Nome Utente di cui sopra, fai in modo che il Nome completo sia più simile possibile al ​​tuo vero nome, sperando che i 20 caratteri siano sufficienti per contenerlo. In caso contrario, sarà necessario abbreviarlo in qualche modo. Abbandona le parole non essenziali.

Ottimizza il campo di descrizione “Bio”

Questo campo di descrizione è un’altra area per aggiungere alcune parole chiave correlate.
Se il tuo nome è così lungo da non essere incluso nei campi Nome utente e Nome completo senza abbreviare, ovviamente inserisci il nome completo nella Bio, all’inizio del campo di testo. In caso contrario, la biografia consente di includere altre parole chiave che possono essere preziose per la tua identità online e per meglio comparire nei risultati di ricerca.
Il campo dovrebbe descrivere brevemente chi e cosa sei ma anche altre keyword che possono essere citate in combinazione con il tuo nome nelle ricerche. Ad esempio:
“La migliore pizza di Roma” potrebbe essere una buona specifica per un ristorante (anche se suona un po’ immodesto!).
“Creare piani marketing per le aziende è il mio mestiere” se sei un consulente freelance, potrebbe essere una soluzione.

Compila i campi URL link e Location

Alcuni, persino aziende, lasciano questi campi in bianco :(
Compilare il campo Link con l’URL del tuo sito web può rafforzare il tuo posizionamento sulle ricerche.
Il campo Posizione è importante soprattutto se la tua è un’attività locale, legata dunque a un luogo particolare, come una città o una zona metropolitana. Non essere timido e geolocalizzati in questo campo, con indirizzo, numero di telefono o qualsiasi cosa che consenta di entrare in contatto con te.

Link al tuo account Twitter

E anche il viceversa è vero: è incredibile quante persone e aziende trascurino di collegare il sito web ai loro profili Twitter.
Il collegamento diretto al tuo account Twitter dal tuo sito web principale e da altri siti secondari può aiutare a garantire che venga indicizzato e fornisca maggiori possibilità di posizionamento.
Inoltre offre ai visitatori del tuo sito web la possibilità di non perdere nessuno dei tuoi tweet.

Incorporare le carte Twitter sul tuo sito

Se utilizzi con costanza il tuo blog imposta il codice di markup semantico sulle pagine del tuo sito per integrare le Twitter Cards. So che detta così sembra un po’ complicata, ma grazie al tuo programmatore di fiducia sarà un gioco da ragazzi.
Le card consentono di visualizzare le anteprime dei contenuti di una pagina web quando vengono twittati e queste anteprime rendono automaticamente i tweet molto più interessanti rispetto ai tweet strettamente basati su testo.
Se il tuo sito è distribuito su piattaforma WordPress, il plugin SEO di Yoast per WordPress fa per te! Ti fornisce un ​​codice automatico per le card, rendendo l’implementazione molto semplice.

twitter-cards


Ottimizzazione dei tweet. 

Sino ad ora abbiamo parlato del profilo, ma questa è solo una piccola parte della storia!
Ogni singolo tweet è, infatti, collegato alla pagina del tuo profilo Twitter. Quindi, più tweet crei più link all’interno di Twitter puntano al tuo profilo così come i retweet dei tuoi post.
Più tweet equivalgono a più opportunità per ottenere link al tuo profilo.
Ovviamente è importante la quantità e la costanza ma anche la qualità:  hai solo pochi caratteri per dire quello che devi dire. Inserisci parole chiave e hashtag in modo che Google sappia di cosa tratta il tuo tweet.

Gli hashtag, come detto, sono un ottimo modo per ricapitolare le categorie che gli utenti di Twitter possono cercare. Se qualcuno è interessato ai gatti e il tuo tweet riguarda i gatti, allora dovresti etichettare il tuo tweet con #gatti e altre varianti in modo da essere trovato.

Rendi il tuo tweet convincente da leggere, fai fare clic ai follower. E se sei stato davvero bravo, il retweet sarà la tua migliore ricompensa!

Retweet e Like

Condividere il contenuto degli altri (retwittare) o fare clic su Like (il pulsante a forma di cuore, a volte indicato anche come “Preferito”), consente anche di farti conoscere da altri utenti di Twitter.
Ancora meglio: retweet e like forniranno collegamenti al tuo profilo. Quindi fai retweet e metti Like con costanza sui tweet di altri account che hanno senso per le aree tematiche rilevanti per il tuo business. Alla fine otterrai preziosi link al tuo profilo.

Ottieni più follower

Da un lato Google ha dichiarato di non analizzare dati come il numero di follower su Twitter.

D’altra parte, più persone ti seguono, più persone avranno la possibilità di vedere i tuoi aggiornamento dello stato, e maggiori possibilità avrai di retwittare i tuoi post. E nulla dice che in effetti Google sotto sotto qualche metrica la usi per davvero :)

Ottimizzazione SEO per Twitter. In conclusione…

La SEO è un potente strumento di marketing. Combinarlo con Twitter è un ottimo approccio e consente anche di avere un ulteriore canale per promuovere il tuo business (leggi anche Twitter per il business: ecco le basi per ottenere risultati tangibili) o per animare una community (leggi anche Twitter e Spidwit: intervista a un nostro “Power User”).

Questo richiede ovviamente idee sempre nuove per attirare l’interesse dei tuoi follower e conquistarne di nuovi. Anche programmare con costanza i propri tweet richiede tempo e pazienza.

Esistono per questa ragione alcuni tool che possono essere un valido sostegno a chi vuol creare una strategia editoriale efficace.
Spidwit, ad esempio, ti aiuta ogni giorno a scoprire contenuti utili per il tuo settore e a pubblicarli velocemente su Twitter. E non solo!

Iscriviti Gratis a Spidwit

 

Hai altri suggerimenti da darci sull’ottimizzazione SEO per Twitter? Scrivilo nei commenti!

Autore: spidwitblog

La redazione di Spidwit ti informa sulle ultime novità su social media e mondo digital.
Spidwit è uno strumento per scoprire, creare e pubblicare contenuti di qualità per le pagine social di aziende, professionisti e portali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *