Come diventare Social Media Manager

come-diventare-social-media-manager

Per diventare Social Media Manager hai bisogno di una serie di skill molto importanti.
Non si tratta semplicemente di creare un contenuto ogni tanto. Se vuoi davvero farlo con professionalità è davvero più di questo. Vediamo in dettaglio.

Come diventare un bravo Social Media Manager?

Ecco le abilità che consideriamo basilari per fare il Social Media Manager oggi:

  1. Capirne di digital marketing
  2. Padroneggiare bene la lingua e avere un’attitudine alla scrittura
  3. (Eccezionale) attitudine al cliente
  4. Possedere capacità grafiche di base
  5. Conoscenza dell’advertising sulle principali piattaforme

Capirne di digital marketing

La prima cosa da fare è sicuramente quella di padroneggiare le conoscenze marketing di base.

Questo significa capire perfettamente il target verso il quale si va a fare comunicazione, aggiustare opportunamente il tono di voce. Se non sai a chi ti rivolgi difficilmente saprai qual è il messaggio giusto da recapitarli.

Inutile dirlo: il prodotto o i servizi per il quale si sviluppa una strategia di comunicazione devono essere noti a menadito. Non sono ammesse riserve!

Anche le piattaforme social devono essere note, così come tutte le opzioni possibili e le nomenclature usate nelle piattaforme utilizzate. Sai la differenza fra Reach e Impression? E tra un foto post o un link post? No? Corri ai ripari e vai subito a studiare!

Padroneggiare la lingua

Inutile dirlo: l,’italiano è alla base. E anche un pizzico d’inglese non fa male, visto che la nostra amata lingua ha subito tantissime contaminazioni anglofile.

Non sono ammessi errori grammaticali, accenti gravi al posto di quelli acuti. Siate sufficientemente “grammar nazi”.


Qualcosa che può aiutarti sui social! (Ad)

Iscriviti Gratis a Spidwit

Essere precisi nella scrittura non significa scrivere poemi o utilizzando parole complesse o costrutti aulici. Anzi, chi padroneggia bene la lingua è capace di semplificare il più possibile il linguaggio. Ricorda: se puoi usare una parola anziché due per esprimere lo stesso concetto, taglia la parola inutile!

Attitudine al cliente

Pubblicando contenuti destinati a una fruizione ampia dovrai avere una forte attitudine al cliente.

Dovrai essere pronto a coinvolgere la tua base fan, ma anche rispondere a dubbi e risolvere questioni controverse.
Sempre rispettando la regola secondo cui sui social si aspetta anche rapidità nelle risposte.

Non sempre sul tuo cammino avrai a che fare con gente garbata e gentile. Ti troverai a rispondere a commenti di persone dal carattere spigoloso se non veri guerrafondai o troll.
Dovrai imparare a rispondere senza eludere le domande, non spazientirti mai e avere tanta, tantissima pazienza.

Se proprio vuoi qualcuno da cui prendere ispirazione, ti suggeriamo Gianni Morandi: con un abbraccio disinnesca anche il più accanito dei leoni da tastiera :-D

Capacità grafiche di base

Sul nostro blog scriviamo spesso “un’immagine vale più di cento parole”. E quello che vediamo a livello di statistiche sembra sottolineare questa tendenza. I post con immagini spesso generano più like, più commenti e condivisioni.

Siccome spesso ti troverai nella posizione di dover creare tu le grafiche nei post (a meno di non lavorare in realtà maggiormente strutturate e quindi di fruire di grafici) dovrai attrezzarti di strumenti per poterle creare con facilità.

Dal ritaglio, all’aggiunta di filtri, passando per l’aggiunta di frasi su foto o immagini.

Conoscenza dell’advertising

Strumenti come Facebook o Instagram stanno sempre più chiudendo i rubinetti delle visualizzazioni organiche. Ciò significa che se anche hai una base fan da 5000 utenti potresti riuscire, con i tuoi contenuti, a raggiungerne una percentuale sensibilmente inferiore.

Dicono intorno al 10-15%. Questo significa che diventa sempre più importante utilizzare una parte del budget di marketing nelle pubblicità sulle piattaforme social.

Dovrai dunque imparare a capire i formati grafici da utilizzare, le tipologie di ad che è possibile creare, il target da individuare. Questa conoscenza assumerà una importanza sempre maggiore nel corso dell’evoluzione delle piattaforme social.

Per aiutare il social media manager consigliamo inoltre di utilizzare strumenti che lo aiutino nel compito quotidiano di creare, distribuire e misurare i contenuti. Spidwit è uno strumento che consente di creare grafiche attraenti, reperire contenuti (news e immagini) a tema e programmare in 2 clic sui social media.

Iscriviti Gratis a Spidwit

Ti abbiamo spiegato in breve come diventare social media manager. Sei pronto alla sfida? :)

Autore: spidwitblog

La redazione di Spidwit ti informa sulle ultime novità su social media e mondo digital.
Spidwit è uno strumento per scoprire, creare e pubblicare contenuti di qualità per le pagine social di aziende, professionisti e portali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *