Quando pubblicare su LinkedIn?

quando-pubblicare-su-linkedin

Quando pubblicare su Linkedin? Ce lo si chiede su qualunque social. Per Facebook abbiamo risposto con un’analisi piuttosto dettagliata. Le dinamiche di LinkedIn sono un po’ diverse, e proprio studiando queste dinamiche possiamo capire gli orari migliori per pubblicare.

La timeline di Linkedin è diversa dagli altri Social Network

Ma vediamo di capire meglio.
A differenza di Facebook o Twitter, LinkedIn ha una timeline più leggera e leggibile: i contenuti sono pochi e solitamente di maggiore qualità e pertinenza.

Grazie a questa visibilità i post su LinkedIn hanno una vita più lunga – ovvero non spariscono subito superati da centinaia o migliaia di altri post – e per questa ragione il giorno e l’orario, in cui il post viene pubblicato non è cosi importante come su altri social.

Altro aspetto da considerare è che LinkedIn non è un social a cui gli utenti stanno perennemente connessi, ma viene consultato quasi come un quotidiano, ovvero al massimo una volta al giorno, magari prima o al termine della giornata lavorativa.

Quale giorno della settimana?

Quindi il “quando” pubblicare è strettamente legato al “quanto“, e la risposta è non più di un post al giorno, ma anche solo uno o due post a settimana.
I giorni migliori di pubblicazione sono ovviamente quelli feriali, meglio quelli centrali della settimana.
Il lunedì è sempre quello più complicato al lavoro e risulta infatti il peggior giorno in termini di Engagement. Il venerdì è anch’esso un giorno non eccezionale per le pubblicazioni: si ha già la testa al weekend.

Restano quindi i giorni dal Martedì e al Giovedì dentro i quali effettuare le proprie pubblicazioni.

A quale orario pubblicare?

Riguardo questi tre giorni, per quanto riguarda l’orario ci sembra una buona idea seguire quanto emerso dallo studio What 20 Studies Say About The Best Times To Post On Social Media di CoSchedule da cui è stata presa anche questa infografica.

Coschedule ha riunito 20 articoli pubblicato da testate, tool e blog autorevoli: dal blog di Buffer all’Huffington Post passando per Forbes.

In termini di orario si suggerisce dunque di preferire il periodo tra le 10:00 e le 11:00. In alternativa l’engagement è buono anche nella fascia oraria tra le 07:30 e le 08:30, e tra le 17:00 e le 18:00.

Sei pronto adesso per creare i tuoi post su LinkedIn?
Se hai bisogno di aiuto su come creare post ti consigliamo di leggere anche Come creare un post su Linkedin.

Non è solo questione di quando, ma cosa pubblicare

Sapere gli orari migliori non ci esime dal pubblicare contenuti interessanti e di qualità. Non basta sapere l’orario, bisogna anche tenere alto l’engagement, stabilire contatti preziosi per la tua attività.

Per farlo Linkedin è un posto ideale. Generare discussioni, ad esempio partendo da un articolo del tuo settore, potrebbe essere un ottimo punto di partenza. O anche utilizzare una immagine con citazione: non è più solo una prerogativa di Facebook.

Spidwit ti può aiutare collezionando per te i migliori contenuti da pubblicare sulle tue pagine LinkedIn. Puoi anche usare l’Assistente Virtuale che pubblica per te i contenuti agli orari migliori. Ti basta chattare con lei su Facebook e il gioco è fatto.

Iscriviti Gratis a Spidwit

Riassumendo: quando pubblicare su LinkedIn?

 Anche i criteri su quando pubblicare un post seguono dei ragionamenti che sono tipici della piattaforma Linkedin.

  1. Su LinkedIn basta pubblicare pochi post a settimana. Come direbbero gli inglesi, less is more. Anche un post alla settimana potrebbe essere sufficiente.
  2. I giorni migliori per pubblicare sono quelli dal Martedì e al Giovedì.
  3. L’orario migliore è tra le 10:00 e le 11:00 e tra le 5 e le 6 PM

Promuovi al meglio la tua presenza sui social con i tuoi post: ora sai anche quando pubblicare su Linkedin!

 

 

Autore: spidwitblog

La redazione di Spidwit ti informa sulle ultime novità su social media e mondo digital.
Spidwit è uno strumento per scoprire, creare e pubblicare contenuti di qualità per le pagine social di aziende, professionisti e portali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *