6 Post di successo di Spidwit (e 1 flop!)

6-facebook-post-successo-un-flop

Nel nostro blog abbiamo già parlato di tanti casi di successo di chi fa social media.  E abbiamo spiegato quali contenuti possono funzionare in specifiche nicchie di mercato.

Oggi parliamo un po’ di noi! Ti mostriamo 6 Contenuti che hanno funzionato molto bene nella strategia Facebook di Spidwit.

Queste informazioni possono esservi d’aiuto non solo nel caso che il vostro target sia simile al nostro (ossia parlate ad esempio a una community di social media manager): potete farne tesoro e trarne delle lezioni generali che possono giovare alle vostre strategie editoriali.

Si tratta di 6 contenuti dal format molto diverso:

  • Un articolo utile per la audience
  • Real time marketing
  • Un articolo ironico (che parli al target di riferimento)
  • Un quiz
  • Una vignetta divertente
  • Un video (diventato virale)

Ah: parliamo anche di flop. Capita, purtroppo. E sempre ce ne saranno: le aspettative iniziali sono elevate e invece… Il silenzio!

Pronti? Si comincia!

#1 Post di successo – Un Articolo utile

Con l’articolo 6 libri che non dovrebbero mancare sugli scaffali di un social media manager, capiamo che quando un articolo è utile, l’engagement aumenta esponenzialmente.

I Social Media Manager devono infatti essere in modalità di studio continuo (oggi per molte professioni è così) e ricevere una collezione curata di libri è un aiuto.

10% di CTR, tante Reactions e ringraziamenti :)

PS: se non sai cos’è il CTR leggi qui: CTR, CPC & Co: mini-vocabolario per il Digital Marketing

#2 Post di successo – Real Time Marketing con la #10yearschallenge

L’hashtag #10yearschallenge ci ha lasciati con qualche polemica e ipotesi complotto: tutte queste foto saranno servite ad alimentare qualche algoritmo per studiare l’invecchiamento grazie ai nostri “big data”?

Poco conta, sulla scia di questo hashtag e in pieno Real Time Marketing abbiamo proposto l'”invecchiamento” dei loghi dei social media. Risultato: reactions, click e condivisioni (nell’ordine 49, 126 e 10).

#3 Post di successo – L’articolo ironico (e che parla del target)

Il copywriter ha empatizzato parecchio con il post “5 frasi che fanno andare in bestia un copywriter“. Non solo divertimento quindi, ma anche pieno riconoscimento di alcune frasi che hanno sentito pronunciare almeno una volta in vita. Un filo di amarezza, ma ci si ride su con ironia. D’altronde perché essere pagati, quando si può avere la VISIBILITÀ? :-D

Quasi il 10% di CTR, ricondivisioni e tanti segnali di apprezzamento.

#4 Post di successo – Il quiz

Il quiz “che ha fatto impazzire Mark Zuckerberg” è in un formato che ha avuto molto successo sulle nostre timeline.

Scoprire quanto vale il buon Zuck, estrapolando i valori delle figure (con un piccolo trucco per rendere il gioco più difficile) è stato il chiodo fisso di tanti voi

Risultato: quasi 10,000 le persone raggiunte (il 120% della base fan di Facebook!), 967 clic sul post e più di 100 commenti tra post e condivisioni (e circa il 20% ha indovinato!).

#5 Post di successo – La vignetta Divertente

La situazione ci sta un po’ sfuggendo di mano: la vignetta che mostra un’aberrazione del digital, con un matrimonio tutto virtuale tra i “qui presenti” Anna e Giulio.

E a proposito: Spidwit aiuta a trovare contenuti utili come notizie, immagini virali e di settore, citazioni e così via.
Che ve lo dico a ffà?

Iscriviti Gratis a Spidwit

#6 Post di successo – Il video (diventato virale)

Questo è l’unico contenuto più datato (poco più di 2 anni fa) ma lo prendiamo come esempio per un contenuto che Facebook sta spingendo moltissimo: i video.

Si parte al grido di: “Quando il sole sorge non importa che tu sia acheo o troiano. Se sei un #socialmediamanager, ogni mattina devi correre più veloce degli altri per trovare contenuti interessanti”.

Il video, rivisitazione in chiave comica di un passaggio del film Troy, vede un incontro infuocato tra Agamennone ed Achille, che dopo l’ennesimo gattino pubblicato (che suona il buzuki, per altro) viene considerato una “Social Media Schiappa”.

Risultato? 12,000 views (e 25,000 persone raggiunte) e 410 Commenti, reaction e share (tra il post originale e le 75 ricondivisioni del video).

 

Ma purtroppo non tutte le ciambelle, anzi, non tutti i post di Spidwit, riescono col buco… Ed ecco arrivare l’errore!

Il flop: Il secondo quiz

Sull’onda del successo del primo quiz abbiamo peccato in quella che i greci avrebbero definita “hybris”. Con i quiz abbiamo trovato il filone d’oro, siamo i moderni Mike Bongiorno (pace all’anima sua!) e anche stavolta verremo inondati di engagement!

Se quindi alla prima puntata cercavamo il valore di Mark Zuckerberg, ora spostiamo la nostra attenzione su Elon Musk.

Peccato che il quiz fosse così difficile che alla fine quasi nessuno si azzardò a dare la risposta. Al social media manager non è toccato altro che girarsi i pollici e meditare sull’errore. Ci sta: andrà meglio la prossima volta!

E voi: avete qualche post di successo da condividere? Scrivetecelo nei commenti :)

Autore: Antonio Parlato

Pedigree da ingegnere, propone variazioni sul tema di web writing, copywriting, content marketing, dissertazioni tecnologiche e tecnoillogiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *